Stampa

Pillole .....di "Assicurativese" : Deeming Clause

Il dilagare nel mercato assicurativo di modelli contrattuali anglosassoni costringe, con sempre maggior frequenza, utenti e operatori ad un forzato confronto con termini inglesi che identificano pattuizioni particolari e specifiche. Essi, anche allo scopo di prevenire possibili fraintendimenti con il significato originale, non subiscono nemmeno il tentativo di traduzione.

Tra di esse rientra la Deeming Clause  che definiremo come quel patto contrattuale che permette all’Assicurato di denunciare durante il periodo di vigenza della polizza “qualsiasi circostanza che possa ragionevolmente dare origine ad una richiesta di risarcimento nei confronti dell’Assicurato stesso”.

Il disposto, (il cui nome è correlato al verbo to deem traducibile come “giudicare, reputare, ritenere, credere”), trova applicazione nelle polizze di responsabilità civile, e vuole tutelare l’Assicurato nel caso in cui, durante il periodo contrattuale, egli venga a conoscenza di una circostanza, che potenzialmente sia preludio ad una richiesta danni, ma non ancora correlabile ad una richiesta di risarcimento formalizzata da parte dell’eventuale danneggiato.

In assenza di tale pattuizione si potrebbe configurare la paradossale situazione in cui l’Assicurato che durante la vigenza del contratto, comunica una circostanza di potenziale danno avrà, in risposta dall’Assicuratore un rifiuto ad aprire il “sinistro”, motivato proprio dall’assenza della richiesta risarcitoria.

Tuttavia al momento del rinnovo della polizza, quando per mezzo del questionario pre-assuntivo o tramite la c.d. “No Claims Declaration” (Dichiarazione di Assenza Sinistri), l’Assicurato sarà chiamato ad affermare l’esistenza o meno di sinistri o di fatti che li possano ingenerare, dovrà dichiarare la circostanza nota, e con molta probabilità, l’Assicuratore escluderà dal risarcimento l’evento denunciato o ne condizionerà la copertura, magari pretendendo un ulteriore premio.

Ne consegue che anche il più diligente degli Assicurati potrebbe essere vittima di tale combinazione negativa con una potenziale esposizione del proprio patrimonio, nonostante egli abbia regolarmente sottoscritto una copertura di R.C.

Una polizza corredata della Deeming Clause, permetterà di evitare il problema garantendo la copertura del sinistro conseguente a un fatto comunicato durante la vigenza del contratto sia pur in assenza di richiesta di risarcimento.

Preso atto della perizia necessaria per la costituzione di un soddisfacente sistema di coperture assicurative, evidenziamo come sia fondamentale avvalersi della consulenza di un Intermediario esperto, il cui valore non si misura all’atto della stipula rapportandolo a qualche euro in più o in meno sul premio di polizza, ma nel momento del sinistro quando la solidità e l’efficienza delle coperture consentirà l’agevole superamento delle conseguenze di un evento negativo.

Contatti

Orario aperura uffici

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00
Pomeriggio si riceve previo appuntamento.
SABATO CHIUSO

Portale PFBroker

PFB - Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di PFBroker.